Censis: italiani puntano su finanza sostenibile e rosa

52,3% interessato a prodotti Esg, la tendenza resiste post Covid

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - "Cauti e incerti" per la situazione economica, ma anche pronti a cogliere le opportunità di investimento in settori come la sanità o l'high tech e interessati alla finanza sostenibile. È questo un lato emergente dei risparmiatori italiani che trapela dal Rapporto di Censis e Assogestioni "Il valore della diversità nelle scelte d'investimento prima e dopo il Covid-19".
    Il rapporto indica che il 52,3% degli italiani, già nel periodo prima del Coronavirus, è molto o abbastanza interessato a investire in prodotti Esg, legati alle tematiche ambientali, sociali e di corretta gestione, e il 40,3% è favorevole ad investimenti verso aziende o fondi di investimento guidati da donne. E queste tendenze avrebbero resistito alla crisi sanitaria con oltre un consulente finanziario su quattro (il 27,9%) che ha ricevuto richieste di puntare verso prodotti sostenibili.
    La propensione alla finanza Esg risulta più elevata tra le persone con alti redditi, alto capitale culturale e giovane età.
    Sono molto o abbastanza interessate a investire in prodotti finanziari sostenibili il 67% delle persone con alti redditi ( contro il 44,6% di quelle con bassi redditi), il 59,5% dei giovani (contro il 39,8% degli over 64), il 68,2% dei laureati (contro il 31,1% delle persone con licenza media), il 70,2% dei dirigenti e il 62,1% degli imprenditori (contro il 49,5% di operai ed esecutivi). (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA