Rinnovabili: Ey, cala attrattività Italia per investimenti

Paese perde due posizioni, ora è 15esimo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 10 GIU - L'Italia perde terreno per l' attrattività di investimenti in rinnovabili e scende dal 13 esimo al 15 esimo posto) nel Recai, la classifica mondiale di Ey di 40 Paesi in base all'attrattività di investimenti e opportunità di sviluppo nel settore delle energie rinnovabili.
    In parte questa parziale contrazione dell'attrattività del mercato è confermata anche dalla partecipazione alle aste: nella settima asta per le energie rinnovabili dell'Agenzia statale per l'energia (Gse) è stata sottoscritta con un totale di 975 MW di capacità assegnata tra 59 progetti solari fotovoltaici e 18 progetti eolici onshore di 3400 MW disponibili. Nell'ottava asta il Gse metterà a disposizione 3300 MW di capacità non aggiudicata nei round precedenti.
    "Le energie rinnovabili giocano un ruolo strategico in quanto contribuiscono all'indipendenza energetica del Paese", afferma Giacomo Chiavari, EY Europe West Strategy and Transaction Energy Leader "È noto però che questa soluzione ha tempi lunghi e non potrà risolvere le necessità di breve. Allo stesso tempo risulta necessario investire fin d'ora per accompagnare ed accelerare questa soluzione, lavorando sui due colli di bottiglia principali, ovvero gli iter di approvazione, che richiedono una forte semplificazione e un efficace accesso alla rete, non solo in fase di installazione, ma anche in fase di operations dell'impianto. Altri due fattori chiave sono il mercato di sbocco dell'energia e l'accesso ai finanziamenti: su questi temi l'Italia è già pronta a supportare questa nuova ondata agli investimenti: si osserva una crescente liquidità nel mercato dei PPA e un forte interesse da parte di investitori ed enti finanziatori". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA