People

Ethan Hawke, omaggio il gigante di Hollywood Paul Newman

Applausi per The Last Movie Stars, documentario sui 50 anni d'amore con Joanne Woodward

ONO - Sid Avery - mptvimages.com, Paul Newman & Joanne Wood © ANSA
  • dell'inviata Alessandra Magliaro
  • CANNES
  • 23 maggio 2022
  • 11:26

Fa impressione notare nella sala Agnes Varda sold out la quantità di pubblico giovane per The Last Movie Stars. E' una serie Hbo tra le chicche di Cannes Classics, era molto attesa certamente, ma è dedicata ad un attore, anzi ad una coppia che si penserebbe lontana dalle nuove generazioni.

Eppure per il gigante Paul Newman e per la sua storia d'amore e di famiglia con l'attrice Joanne Woodward gli applausi si sono sprecati. Ad accompagnare con calore e affetto due episodi è stato il regista e produttore Ethan Hawke, 51 anni, 4 candidature agli Oscar e un passione maniacale per Newman.
    La serie in sei capitoli è preziosa: non solo per le immagini della filmografia di Newman che scorre quasi senza interruzioni (un bel ripasso dal prisoner drama Nick mano fredda con la mitica scena delle 50 uova sode da ingoiare a La Stangata, Il Verdetto e tutto il resto) ma per i racconti di prima mano, interviste d'archivio ai protagonisti come la prima moglie di Paul Jacqueline E. Witte, alcuni registi come Martin Scorsese (qui anche coproduttore), Martin Ritt, Sidney Lumet, recuperate anche in incisioni in anacronistiche musicassette.
    Al centro le interviste a Paul Newman concesse in tanti anni e ai suoi familiari, come alcuni dei sei figli , tre con Jacqueline e tre con Joanne. Dai racconti dei Stephanie e Melissa, due dei sei, viene fuori la storia di Paul prima della celebrità, da arruolato in marina nella Seconda Guerra Mondiale nell'area del Pacifico al ritorno a Cleveland nell'azienda paterna, la sua voglia di fare teatro e cinema fortemente osteggiata dalla madre con cui non parlerà per molti anni. E poi ovviamente i successi, la passione per le auto da corsa, i filmini familiari sempre felici, l'attivismo politico. "Si sono amati moltissimo Paul e Joanne - ha raccontato Hawke - e come famiglia si sono presi cura l'uno degli altri, questo film ci fa apprezzare questa unione e ricordarli come è doveroso". Accanto a lui Clea Newman Soderlund, la figlia più giovane della coppia che ha voluto fortemente questo documentario sul padre, Oscar nel 1987 e alla carriera nel 1986 e sulla madre Joanne, classe 1930, che prese l'Oscar nel '58 e dalla morte del marito nel 2008 vive una vita ritirata. (ANSA).
   

Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie