Autopromotec da record, pienone a Bologna per aftermarket

Numeri in crescita rispetto al 2017, boom espositori esteri

Redazione ANSA

Ben 1.676 aziende partecipanti, con un aumento del 4,4% rispetto all'edizione precedente, nel 2017, di queste il 43% estere con un totale di 53 paesi rappresentati. Questi i numeri record della ventottesima edizione di Autopromotec, la rassegna che ha riunito a Bologna tutti i principali attori dell'aftermarket, attirando nei padiglioni della fiera ben 119.108 operatori professionali, con un aumento del 4,85% rispetto al 2017. Autopromotec ha dimostrato la propria valenza internazionale con una quota di operatori professionali esteri pari al 18% e con la presenza di più di 100 delegati provenienti da 32 Paesi.

Proprio i buyer e gli operatori istituzionali sono stati protagonisti di 629 incontri B2B con gli espositori italiani, organizzati nell'ambito del piano per la promozione internazionale di Autopromotec e di tutta la filiera dell'aftermarket automotive, frutto della collaborazione con la Regione Emilia-Romagna e ICE (Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane). Un forte incremento si è registrato anche in termini di attività digital: il sito di Autopromotec, nei primi 5 mesi del 2019, ha raggiunto quota 234.868 visitatori unici (+28,3% rispetto allo stesso periodo del 2017), per un totale di 2.476.314 pagine visualizzate (+25% rispetto allo stesso periodo del 2017). Notevole anche il numero di utenti che hanno seguito live l'edizione 2019 di Autopromotec, interagendo attivamente sui profili social.

A conferma di Autopromotec quale momento di approfondimento e crescita professionale per l'operatore del mercato dell'autoriparazione, l'edizione 2019 della manifestazione ha approfondito i temi chiave per il mercato del post-vendita automotive. Fiore all'occhiello dell'edizione 2019 di Autopromotec le iniziative speciali, che hanno richiamato un vasto pubblico di professionisti e appassionati: 'Hybrid & ADAS Village', l'area dedicata alle dimostrazioni dei sistemi ADAS di ultima generazione sulle auto ibride, realizzata in collaborazione con Quattroruote Professional; 'Autopromotec Motorsport', l'iniziativa patrocinata da ACI Sport e ANFIA-Motorsport per celebrare la correlazione tra le aziende del settore aftermarket e il comparto delle competizioni motoristiche; il progetto 'Officina X.0', sviluppato in collaborazione con Accenture, che ha sottolineato il ruolo della digitalizzazione e della connettività negli interventi di riparazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA