Honda E, di serie i retrovisori laterali digitali

Telecamere integrate nella carrozzeria, non sporgono

Redazione ANSA ROMA

Honda ha confermato che il Sistema di retrovisori laterali digitali sarà di serie sulla City Car full electric Honda E. La tecnologia, novità nel segmento delle compatte, offre importanti vantaggi in termini di sicurezza, aerodinamica e qualità.

I retrovisori laterali digitali sostituiscono i tradizionali specchietti laterali con videocamere compatte che proiettano immagini dal vivo su due schermi da 6" all'interno dell'abitacolo. Gli schermi sono integrati su entrambe le estremità del cruscotto, in posizione ergonomica, per garantire al conducente una visibilità ottimale senza distrazioni. A differenza degli specchietti laterali tradizionali, le videocamere laterali digitali sono perfettamente integrate nella carrozzeria senza sporgere oltre i passaruota. Questo contribuisce non solo a migliorare la visibilità, ma anche a ridurre la resistenza aerodinamica di quasi il 90% rispetto ai retrovisori tradizionali, contribuendo a un miglioramento complessivo in termini di efficienza e autonomia dell'auto di circa il 3,8%. Viene, inoltre, considerevolmente ridotto il rumore del vento prodotto alle alte velocità dall'attrito dell'aria sugli specchietti tradizionali. Il conducente potrà scegliere tra una "visuale normale" o una "visuale panoramica", estendendo il campo visivo generalmente offerto dagli specchietti laterali tradizionali e riducendo i punti ciechi di circa il 10%, in "visuale normale", e di circa il 50% nella "visuale panoramica". Il sistema offre vantaggi anche quando si seleziona la retromarcia, con la comparsa sul display dell'abitacolo di linee guida che facilitano la manovra, oltre ad un angolo di ripresa che aumenta la visibilità posteriore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA