Diogene, sistema antitruffe per contachilometri alterati

Verifica sui km realmente percorsi dalle vetture usate

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 06 GIU - L'acquisto di un'auto usata può celare brutte sorprese. Soprattutto quando si pensa di aver fatto un affare, spendendo davvero poco, per una vettura che, dando un occhio al contachilometri, sembra essere quasi nuova.

Una gioia che dura poco, però, almeno fino a quando non si scopre la verità. E così quello che poteva sembrare un affare da non perdere si trasforma in una truffa messa in atto grazie alla manomissione del contachilometri, strategia fuorilegge che consente di rendere il prodotto da vendere ancora più appetibile agli occhi dei clienti. Sono numerosissime le denunce presentate dagli automobilisti truffati con questo metodo: basta fare un giro sui social network, dove sono nati addirittura gruppi di denuncia-ascolto per cercare di arginare questo fenomeno. Un vero e proprio sistema di contraffazione del chilometraggio che in Europa vale circa 9 miliardi di euro l'anno (2 dei quali solo in Italia) e interessa circa il 50% dei veicoli circolanti nell'intera Unione. Una pratica illegale che dà origine a un sistema che penalizza i consumatori finali, le concessionarie, i costruttori, le società di noleggio e le compagnie assicurative, impattando tra l'altro sulla sicurezza delle vetture circolanti. Secondo le stime più recenti, infatti, una vettura usata su due ha il contachilometri manomesso.

Per limitare questo fenomeno, Evolvea ha sviluppato il sistema anti-truffa Diogene, uno strumento in grado di 'leggere' il chilometraggio reale di un'automobile, senza alcuna alterazione. Diogene è il sistema brevettato sviluppato e prodotto dalla società svizzera FGMTECH e distribuito da Evolvea, società di Gruppo Filippetti focalizzata sull'innovazione tecnologica di processo in ambito mobility, automotive e IoT. Una tecnologia innovativa in grado di smascherare i furbetti del contachilometri. Diogene è una soluzione hardware e software dal funzionamento semplice. Il kit è composto da una chiave OBD che si collega alla presa diagnostica della vettura e che dialoga via Bluetooth con il palmare in dotazione. Grazie all'algoritmo proprietario, il sistema interroga tutte le centraline presenti a bordo e legge i dati dei chilometri salvati in ognuna di esse, senza possibilità di modificare alcun dato. In meno di 15 minuti si ottiene un report completo: se i numeri riportati non combaciano significa che il chilometraggio è stato manomesso. "Abbiamo investito molto nello sviluppo di questo prodotto che ha enormi potenzialità - dichiara Marco Mauri, Managing Director di Evolvea S.A - Diogene è un sistema innovativo brevettato che rappresenta la soluzione ideale per evitare truffe e aumentare la credibilità dei concessionari, ridurre il rischio di frodi nei contratti di noleggio e di contenziosi legali in sede di compravendita di auto di seconda mano, il tutto garantendo una maggiore trasparenza e sicurezza per tutti". Al momento, Diogene supporta i servizi di certificazione chilometrica per tutti i modelli Abarth, Alfa Romeo, BMW, Fiat, Gruppo PSA, Jeep, Lancia, Mercedes-Benz, Mini, Opel, Renault, Seat, Skoda, Smart, Toyota e Volkswagen, coprendo circa l'80% del mercato del nuovo. Entro la fine del 2019 coprirà l'intera gamma. Oggi il kit Diogene viene venduto ai professionisti del settore (inclusi aggiornamenti annuali e verifica della calibrazione). In alternativa, si possono acquistare le singole ispezioni in modalità Device as a Service (DaaS) che vengono effettuate dal Service Network dedicato, composto da tecnici qualificati e autorizzati alle verifiche tecnico-ispettive, ad un prezzo di circa 99 euro iva esclusa (costo della perizia giurata non incluso). (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA