Mitsubishi i-MiEV, compie dieci anni la city car elettrica

Da questa auto pluripremiata sviluppato anche Outlander PHEV

Redazione ANSA ROMA

Mitsubishi Motors Corporation (MMC), l'azienda giapponese che fa parte dell'Alleanza Renault-Nissan, celebra il decennale del lancio della sua city car i-MiEV a zero emissioni. Un modello che dal lancio nel 2009 ha aperto la strada ad un cambiamento ormai epocale per l'industria automobilistica - cioè l'inizio della produzione di massa dei veicoli elettrici - e che ha totalizzato (dati fino ad aprile 2019) vendite complessive mondiali pari a 31.000 unità. La Mitsubishi i-MiEV ha avuto un ruolo fondamentale anche nell'accelerazione delle attività di ricerca e sviluppo di MMC, in primis per quanto riguarda le motorizzazioni elettriche, che hanno portato direttamente al lancio, nel 2013, di Outlander PHEV, un suv dotato di un innovativo sistema ibrido plug-in che abbina due motori elettrici ad uno a benzina che è stato il veicolo ibrido plug-in più venduto in Europa negli ultimi quattro anni consecutivi 2015 - 2018. La batteria da 16 kW e il motore elettrico compatto posteriore di i-MiEV forniscono alla vettura un'autonomia di 160 km secondo l'omologazione NEDC o di 105 km secondo le norme WLTP ed eccellenti prestazioni. Le dimensioni compatte della vettura sono perfette per l'ambiente urbano, ma grazie a uno studio intelligente dei volumi, l'auto offre al suo interno sufficiente spazio per quattro persone.

Con l'attuale crescita della richiesta di vetture elettriche, MMC sta preparando la commercializzazione di vetture 100% elettriche e i veicoli ibridi elettrici plug-in (PHEV).

L'azienda considera questo sviluppo come un altro passo avanti nella creazione di una nuova era, che sarà definita da un rapporto integrato tra l'automobile e le persone, la società e l'ambiente. i-MiEV si è aggiudicata il Premio Auto dell'Anno 2009-2010, la premiazione giapponese che riconosce le importanti realizzazioni nell'ambito della tecnologia più avanzata. Il motore e le batterie erano comandati da un avanzato sistema di controllo, molto più evoluto di qualsiasi altra tecnologia precedente. La tecnologia ha ottenuto un riconoscimento nel 2009, quando il sistema di controllo integrato del veicolo è stato dichiarato vincitore dalla Japan Automotive Hall of Fame nell'edizione di quell'anno. Con i-MiEV Mitsubishi ha anche sviluppato la tecnologia Vehicle-to-Home (V2H - da veicolo a edificio). Dopo il forte terremoto nel Giappone Orientale del 2011, MMC si è affrettata ad introdurre un dispositivo, il cosiddetto MiEV Power Box, con un anno di anticipo rispetto ai programmi che permette ad i-MiEV di fornire energia agli elettrodomestici in caso di blackout della corrente elettrica ed ha aperto la strada alla tecnologia V2H. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA