Governo Francia ridurrà tassazione aziende auto contro crisi

Ministro Le Maire 'per far tornare l'industria' sul territorio

Redazione ANSA ROMA

Il Governo francese, preso atto della grave situazione che sta penalizzando l'industria dell'automobile, studierà 'un processo di taglio delle imposte' che riguardano la produzione di veicoli e parti nel Paese. Lo ha annunciato il ministro dell'Economia Bruno Le Maire durante una giornata che il dicastero di Bercy ha dedicato proprio ai problemi della filiera auto. ''Il modello su cui abbiamo operato negli ultimi 20 anni è obsoleto - ha detto Le Marie - cioè delocalizzare, perdere delle entrate fiscali e importare della CO2. Questo non vale più, è finito''. Come riporta il magazine specializzato Autoactu, nella stessa occasione, in un intervento precedente, Jean-Dominique Senard presidente della Renault aveva sottolineato come ''la Francia sia uno dei Paesi più cari (per fabbricare auto) a causa dei carichi sociali'' ed aveva citato uno scarto del 40% fra il costo salariale in Francia rispetto a quello della Spagna. ''Dobbiamo definire con precisione quello che è la perdita di competitività per stabilire cosa e quanto dobbiamo ridurre - ha detto il ministro dell'Economia francese - allo scopo di ottenere che l'industria possa riportare le fabbriche e i posti di lavoro in Francia''. Le Maire ha annunciato l'istituzione di un gruppo di lavoro per 'disegnare' un nuovo modello ''quello della competitività dell'industria automobilistica francese e del ritorno sul territorio francese''. Il taglio delle tasse sulla produzione - ha sottolineato il il ministro dell'Economia ''è vitale per l'industria automobilistica''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie