Suzuki Swift Sport Hybrid, vantaggi per ambiente e contagiri

Divertimento assicurato da BoosterJet 129 CV e unità ISG 10 kW

Andrea Silvuni CUNEO

La tecnologia ibrida aiuta non solo l'ambiente ma anche lo spirito sportivo. E' quanto dimostra la nuova Suzuki Sport Hybrid che debutta con un listino che parte da 23.850 euro e che grazie all'inedito motore 1.4 BoosterJet (K14D) completato dal nuovo sistema mild hybrid 48 Volt mette a disposizione del pilota 129 Cv generati dall'unità termica 4 cilindri più i 13,6 Cv (in effetti si misurano in Kw e sono 10) dell'unità elettrica (ISG). Davvero importante la riduzione del 16% del consumo e del 15% delle emissioni di CO2 nel ciclo misto NEDC rispetto al precedente motore 1.4 BoosterJet. L'icona sportiva Suzuki - protagonista non solo di tanti rally nelle mani di driver esperti, ma anche del format Aci Rally Italia Talent 2020 destinato a chi aspira diventare pilota - è tornata, con la sua inconfondibile grinta corsaiola abbinata ad una raffinata tecnologia MHEV che fa bene alle emissioni dallo scarico e al contagiri. Come è stato possibile verificare in un test sulle strade piemontesi e in una breve prova su circuito di Busca, nei pressi di Cuneo, la novità introdotta dal sistema Suzuki Hybrid garantisce infatti una migliore risposta in accelerazione soprattutto ai bassi regimi, cioè in quella fase (come in uscita da un tornante) in cui l'effetto della sovralimentazione non si fa ancora sentire. L'unità elettrica ISG che eroga 10 kW, offre il cosiddetto 'boost di coppia' che rende l'accelerazione più fluida fornendo coppia aggiuntiva al motore fino a quando il turbo non raggiunge il punto di massima efficienza.

E poiché, a differenza di altri costruttori che hanno arricchito modelli sportivi di questo segmento ma non si sono curati di contenere l'incremento di peso, la nuova Suzuki Swift Sport Hybrid offre una massa di solo 1.020 kg, il risultato dal passaggio della coppia da 220 a 235 Nm si traduce, sia su strada che in pista, in un comportamento molto reattivo e appagante, degno delle 'piccole bombe' più blasonate e più costose. Da notare che la sistemazione delle varie componenti del sistema MHEV è stata fatta anche in funzione del migliore equilibrio del telaio: l'Integrated Starter Generator (ISG) che svolge compiti da alternatore, propulsore elettrico e motorino di avviamento, è integrato nel 4 cilindri Booster Jet. La batteria agli ioni di litio da 48 Volt è sistemata sotto il sedile del passeggero anteriore e che si ricarica automaticamente durante i rallentamenti, senza bisogno di alcun intervento esterno. Infine il convertitore, che trasforma la tensione da 48 a 12 Volt per alimentare i servizi di bordo, è collocato sotto al sedile del guidatore. Il sistema progettato dagli ingegneri di Hamamatsu assegna al motore elettrico anche il compito di mantenere la rotazione al minimo dell'unità termica in fase di decelerazione - quando il pedale della frizione è premuto - senza che sia dunque necessario iniettare benzina, cosa che comporta un utile azzeramento dei consumi tutte le volte che ci si trova in questa situazione diu guida.Promosse a pieni voti anche le modifiche introdotte a livello di piattaforma: la struttura 'Heartect' è stata studiata da Suzuki per garantire maggiore rigidità torsionale e contenere al tempo stesso il peso. Questo risultato è stato ottenuto aumentando i punti di saldatura e ottimizzando la disposizione delle componenti strutturali, così da raggiungere un equilibrio ottimale tra leggerezza e robustezza. Importanti anche le modifiche alle sospensioni, con una barra stabilizzatrice di sezione maggiore rispetto alla Swift non Sport - novità che ha permesso di il rollio - mentre i supporti ruota sono stati modificati per ridurre l'angolo di camber in curva.Nella normale circolazione urbana, extraurbana e autostradale la nuova Swift Sport Hybrid si fa apprezzare anche per una serie di ADAS che si traducono in una guida autonoma di livello 2. Si tratta dei sistemi - con la tipica denominazione in italiano, molto più comprensibile degli acronimi in inglese - 'attentofrena', 'occhioallimite', 'guardaspalle' e 'vaipure'. Presente anche il sistema 'guidadritto' che intervenendo direttamente sullo sterzo mantiene la Swift al centro della carreggiata, e 'restasveglio' che avvisa in caso di distrazione o sonnolenza. Completare il tutto il cruise control adattativo. Nell'equipaggiamento standard di Swift Sport Hybrid figurano inoltre sensori di parcheggio posteriori,sedili sportivi riscaldabili, pedaliera sportiva, retrocamera, fari full Led con commutazione automatica degli abbaglianti, keyless, sensore pioggia, climatizzatore automatico e infotainment con schermo touch da 7 pollici, navigatore con mappe 3D, radio DAB+, Bluetooth e connettività MirrorLink.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie