Volkswagen Nivus nato in Sudamerica arriverà anche in Europa

Crossover sviluppato assieme a suv Taos, segna nuova strategia

Redazione ANSA ROMA

 Non ci sono solo modelli 100% elettrici nel futuro di Volkswagen. La Casa di Wolfsburg, mentre intensifica le attività sul fronte della gamma ID, ha infatti svelato due modelli inediti con sistema propulsivo tradizionale che andranno ad impattare in due segmenti, quello dei suv e quello dei crossover, che sono i più attivi a livello globale.

Per farlo ha scelto il Sudamerica - dove festeggia il 40mo anniversario delle attività in Argentina - con una importante diversificazione. Il suv Taos, costruito appunto nello stabilimento di General Pacheco vicino a Buenos Aires, a differenza dell'omonimo modello per il Nord America, che è costruito a Puebla, in Messico, sarà destinato dalla seconda metà del 2021 esclusivamente ai mercati dell'area Latam, Brasile compreso.


Il crossover Nivus, che è stato sviluppato sulla piattaforma modulare MQB A0 (utilizzata da moltissimi modelli del Gruppo) oltre ad essere commercializzato in Argentina e Brasile - dove sta incontrando grande successo - arriverà anche in Europa nel corso del 2021, in una versione modificata e destinata alla fabbricazione nel Vecchio Continente.

Il ricorso alle risorse di progetto, di disegno e di collaudo delle proprie consociate sudamericane ha evidentemente permesso a Volkswagen di portare a termine l'importante programma Nivus - che si collocherà nella fascia entry level del segmento - senza gravare sui centri di engineering e di design europei, impegnati nei tanti progetti elettrici. Volkswagen - si legge nella nota - ha investito 650 milioni di dollari (535 milioni di euro) per ammodernare l'impianto, inclusa una linea di verniciatura sostenibile. Consentirà un risparmio energetico del 75% e il consumo di acqua potrà essere ridotto fino all'85%. Inoltre, quasi nessun inquinante viene rilasciato nell'aria.

Lo sviluppo di Volkswagen Taos, si è concentrato su tre aspetti: tecnologia di alta qualità, design innovativo e massima sicurezza. Elementi che si ritrovano evidentemente anche in Nivus che a livello di design combina elementi tipici dei suv e con le linee sportive delle coupé.

"Le sue proporzioni definiscono un carattere atletico e moderno - sottolinea José Carlos Pavone, capo del design di Volkswagen per l'America Latina, parlando di Nivus - e fa notare che la parte anteriore della Nivus "ha il tipico design Volkswagen. I fari sono uniti da una griglia dominante e dalle linee distintive del cofano, che definiscono il carattere robusto dell'auto". Nivus è dotato di fari a Led, tecnologia che si ritrova anche nelle luci di marcia diurna e nei fendinebbia.

Altro elemento caratterizzante è lo spoiler sul tetto della che fornisce un effetto di allungamento e quindi la rende più dinamica.

Costruito sulla piattaforma MQB A0, Nivus offre un interno confortevole anche per cinque occupanti e con un bagagliaio - che può essere aperto utilizzando uno dei pulsanti virtuali di VW Play - che ha una capacità di 415 litri. L'unità multimediale, sviluppata in Brasile, è una delle novità più importanti ed ha un'interfaccia utente intuitiva. Con uno schermo touch da 10 pollici ad altissima risoluzione, offre non solo una connettività avanzata, ma consente anche una vasta gamma di servizi e streaming. Lo schermo da 10 pollici e l'Active Info Display digitale da 10,25 pollici davanti al guidatore agiscono come una grande 'isola digitale'.

Nivus nella versione per il mercato brasiliano utilizza un motore 3 cilindri 200 TSI 1.0 flex fuel, che funzionano con benzina, etanolo o la miscela di entrambi che eroga 128 Cv e 200 Nm di coppia, quando si utilizza l'etanolo. Per l'Europa la gamma dei propulsori sarà certamente rivista, restando però sempre nell'ambito della famiglia dei 3 cilindri. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie