Coronavirus: carica virale bassa per bambini asintomatici

Loro eventuale frequenza a scuola potrebbe non essere pericolosa

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 OTT - I bambini (da 0 a 17 anni) con il coronavirus ma asintomatici hanno una bassa carica virale (al contrario di quanto si è visto negli adulti senza sintomi) e quindi potrebbero non rappresentare un reale pericolo per esempio nel contesto scolastico, qualora frequentassero la scuola in caso di infezione non diagnosticata mediante tampone.
    Lo rivela uno studio condotto in 9 ospedali pediatrici, che ha coinvolto 339 bambini asintomatici e 478 con sintomi, tutti di età compresa tra 0 e 17 anni. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Clinical Microbiology e coordinato da esperti della Harvard Medical School di Boston. Si tratta della più ampia ricerca mai fatta finora sulla carica virale di bambini positivi.
    Tutti i bambini coinvolti sono risultati positivi al SARS-CoV-2 dopo un tampone. Gli asintomatici presentavano una carica virale sempre inferiore a quella dei coetanei con sintomi; in non pochi casi la carica era talmente bassa che l'infezione non sarebbe stata scoperta con un test rapido, meno sensibile del tampone. Resta da capire se i bambini asintomatici hanno una carica virale più alta al momento del picco dell'infezione o se la concentrazione di SARS-CoV-2 resti sempre bassa per tutto il corso dell'infezione. "Questi risultati forniscono una qualche rassicurazione sulla sicurezza dei bambini con infezione ma asintomatici che dovessero frequentare la scuola" - afferma il primo autore del lavoro Larry Kociolek.
    Tuttavia sono ancora molte le domande senza risposta sul potenziale infettivo dei bambini asintomatici. Resta ad esempio da capire quale sia la carica virale al momento del picco dell'infezione nel bambino asintomatico, conclude il coordinatore del lavoro Nira Pollock. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA