Ricostruito il ticchettio che genera le vertebre umane

Aiuterà a combattere malattie congenite

Redazione ANSA

Ricostruito per la prima volta il ticchettio che nell'embrione umano accompagna lo sviluppo delle vertebre. A scandire il ritmo e' un gene e la scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, permette di comprendere il modo in cui la comunicazione delle cellule viene scandita, fornendo indicazioni importanti per poter correggere in futuro alcune malattie congenite.la ricerca, coordinata da Olivier Pourquie', del Brigham and Women's Hospital di Boston, si deve alla collaborazione fra l'Universita' americana di Harvard e quella giapponese di Kyoto.

Una nuova tecnica che permette di rilevare immagini dell'organismo vivente in modo non invasivo grazie a una proteina fluorescente ha permesso di individuare il gene-orologio, chiamato Hes7, che nei vertebrati favorisce la formazione di strutture ripetitive fino a completare la formazione di vertebre, colonna e ossa occipitali. Le ricerche hanno confermato che nell'uomo avviene lo stesso processo finora osservato in altri vertebrati, a partire dai topi.

"Abbiamo sviluppato un sistema estremamente efficiente con il quale analizzare il meccanismo nell'uomo", ha rilevato Pourquie'. "In precedenza - ha aggiunto - sarebbe stato impossibile catturare la complessita' dello sviluppo delle vertebra, ma adesso la nostra tecnica apre uno spettro di possibilita' completamente nuovo".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA