Consiglio Lazio, al via esame proposta di legge biodistretti

Verso regolamentazione omogenea per aree a vocazione bio

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA - Il Consiglio regionale del Lazio, presieduto da Mauro Buschini, ha iniziato l'esame della proposta di legge per la disciplina e la promozione dei biodistretti. Si tratta di norme che dotano di una regolamentazione specifica aree geografiche omogenea con vocazione all'agricoltura biologica, dove i vari soggetti che operano nel settore "stringono un patto di solidarietà - si legge nella relazione - per la gestione sostenibile del territorio, partendo proprio dal modello biologico di produzione e consumo". Con questa proposta, la prima in Italia, si prevedono le forme in cui può nascere ed essere gestito un biodistretto e le forme di intervento regionale, attraverso l'istituzione di un fondo specifico. A illustrare la proposta in Aula ha provveduto il primo firmatario, Enrico Panunzi (Pd), che ha ribadito l'esigenza di queste norme "per affermare un metodo di produzione diverso dal passato, che attraverso i biodistretti può diventare la norma e non un'eccezione". Valerio Novelli (M5s), presidente della commissione Agricoltura, ha parlato di un confronto molto interessante avvenuto nel corso delle audizioni. "E' una legge - ha spiegato - che valorizza le reti delle aziende, un obiettivo su cui ci stiamo battendo dall'inizio della legislatura per promuovere le eccellenze della nostra Regione". Secondo Silvia Blasi (M5s), "sarebbe servito un confronto più approfondito in commissione. Senza declinare le caratteristiche del distretto, le azioni e gli obiettivi da raggiungere e finanziare rischia di essere un'occasione persa". Marta Bonafoni (LZ) ha parlato di "piccola e grande legge, una legge snella, con pochi articoli, ma che ha un potenziale di trasformazione e cambiamento reale molto forte". L'assessore all'Agricoltura Enrica Onorati, da parte sua, ha spiegato che "unire ambiente e politiche agricole è un tema di questo tempo, un testo molto positivo, che apre grandi opportunità per il nostro territorio". Dopo l'esame dei primi emendamenti, la seduta è stata aggiornata a mercoledì 26 giugno per mancanza del numero legale.(ANSA)
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA