ANSAcom

Vinitaly no limits, a Verona la fiera più grande di sempre

Dal 7 al 10 aprile, 4.600 aziende da 35 Paesi. All'inaugurazione sfilata di politici e big

Verona ANSAcom

 

Si è aperta ieri la 53esima edizione di Vinitaly, il Salone Internazionale dei Vini e dei Distillati (7-10 aprile, Veronafiere) con ospiti del calibro del commissario europeo all’Agricoltura Phil Hogan, la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio e il governatore del Veneto Luca Zaia, il vicepremier Matteo Salvini.

L'evento è sold out dallo scorso novembre nonostante l'aumento della superficie netta disponibile. Tra le novità, il nuovo salone Vinitaly Design e l'Organic Hall. Un'altra edizione in crescita per Vinitaly, che dopo un anno e 40 eventi promozionali e di formazione in Italia e all'estero, si prepara ad aprire con numeri in aumento. L'area netta disponibile supera i 99.000 metri quadrati, mentre sono oltre 130 i nuovi espositori diretti, a cui si aggiungono gli indiretti e i rappresentati, che portano il numero totale di aziende a quota 4.600 da 35 Paesi e ad oltre 16 mila le etichette a catalogo. 

Confermata la formula di Vinitaly - business in fiera, wine lover in città - con Vinitaly and the City (5-8 aprile), che sta garantendo da un lato un maggiore flusso di operatori professionali in fiera e una diminuzione voluta e controllata del visitatore enoappassionato a cui sono dedicate le iniziative a Verona e dintorni.

In collaborazione con:
VERONAFIERE

Archiviato in