• 'Bibbiano non si lega', in piazza anche le Sardine: 'Abbiamo inceppato la macchina dell'odio'

'Bibbiano non si lega', in piazza anche le Sardine: 'Abbiamo inceppato la macchina dell'odio'

'Siamo 7 volte più di voi, la piazza della Lega è strumentalizzata' dice il leader delle Sardine Sartori. Poi l'annuncio: 'L'incontro nazionale del movimento si terrà il 14 e 15 marzo a Scampia'

Nessun simbolo sul palco della Lega, in Piazza della Repubblica di Bibbiano, ma solo una grande scritta in bianco e in giallo su sfondo rosso "Giù le mani dai bambini!". Alberto da Giussano compare solo su un'insegna a bordo di un camioncino, con la foto di Salvini e Borgonzoni e la scritta: "Basta Pd, il 26 gennaio vota Lega, liberiamo l'Emilia-Romagna", parcheggiato davanti al Municipio.

"Siamo tantissimi, un mare colorato. Le sardine hanno inceppato la macchina dell'odio. Noi abbiamo scelto come farlo ma questa piazza si è fatta da sola, ed é bastato uscire di casa e andare nel mondo reale". L'hanno detto due attivisti reggiani delle Sardine aprendo la manifestazione a Bibbiano, a cinque minuti dalla piazza occupata dalla Lega. E riferendosi alle polemiche dell'inchiesta sui presunti affidi illeciti, hanno aggiunto: "Questo paese è diverso da come è stato montato mediaticamente. Bibbiano si merita pulizie di parole e non solo". Migliaia di persone raccolte in un prato al lato di piazza Libero Grassi a Bibbiano ha cantato 'Bella ciao', mostrando cartelli con il disegno delle sardine. Gli organizzatori hanno chiesto alla gente di guardare in alto perché durante la canzone, stava passando un drone che ha ripreso le persone.

 

"Il nostro risultato l'abbiamo già portato a casa e lo vedete voi stessi. Di là ci sono famiglie e una piazza strumentalizzata e ci chiediamo: perché siamo sette volte più di voi, se doveva essere una piazza di tutti?" ha detto il leader della Sardine Mattia Santori dalla piazza di Bibbiano, a pochi metri dalla manifestazione della Lega dove sono stati stimati un migliaio di persone.

Intanto le Sardine hanno annunciato che si terrà a Scampia, a Napoli, il 14 e 15 marzo l'incontro nazionale. Si tratterà di un confronto tra le varie anime e territori, una sorta di 'congresso' per delineare il futuro del movimento. "Scampia è uno dei quartieri più giovani, uno dei tanti luoghi che hanno vissuto una demonizzazione mediatica che non riflette appieno la realtà", dice il leader delle Sardine Mattia Santori spiegando la scelta dell'area di Napoli per ospitare l'incontro nazionale del movimento il 14 e 15 marzo prossimi.

Le Sardine - infine - sabato si tufferanno in mare: il movimento nato a Bologna si dà appuntamento sabato al Papeete Beach, il luogo scelto l'estate scorsa per le vacanze dal leader della Lega Matteo Salvini. "I politici in Parlamento e le sardine al mare": così viene annunciato su Facebook il flashmob a Milano Marittima (Ravenna), alle 12, alla vigilia del voto per le regionali in Emilia-Romagna e Calabria. "Era giusto fare la prima mossa per vedere se i politici sarebbero tornati nel proprio habitat a fare il loro lavoro - scrivono le Sardine parlando delle loro origini - quel fantastico mondo chiamato Parlamento in cui si diceva fossero addirittura pagati: un habitat a pagamento". Libera scelta, scrivono ironicamente le Sardine, per "gli eroi che faranno il bagno", rigorosamente senza mute, ai quali sarà assicurata una doccia tiepida. L'immersione, ricordano, è prevista alle 12 in modo da poter dare a tutti la possibilità di rientrare in tempo per partecipare alle iniziative #4annisenzagiulio in onore e ricordo di Giulio Regeni.

Ascolta "Tutto quello che c'è da sapere sulle elezioni in Emilia-Romagna (di Leonardo Nesti e Federico Del Prete)" su Spreaker.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie