Migranti: Regioni Ue, sostenere territori in prima linea

'Servono investimenti per salvare vite umane'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "La riforma dell'Ue sulla migrazione deve sostenere le regioni e le città in prima linea sulle rotte migratorie, che hanno bisogno degli investimenti dell'Unione per salvare vite umane, promuovere l'integrazione e difendere i diritti fondamentali". Così in un tweet il presidente del Comitato delle Regioni (CdR), Apostolos Tzitzikostas, in occasione della presentazione del nuovo patto sui migranti da parte della Commissione Ue. "Il nostro obiettivo - ha sottolineato Tzitzikostas - è proteggere le nostre comunità e delineare regole Ue basate su unità, solidarietà e responsabilità". In un altro tweet, il presidente del CdR sottolinea gli "ingredienti per una strategia dell'Ue sulla migrazione equa e a lungo termine", ossia "una corretta gestione delle frontiere dell'Unione, la cooperazione con i Paesi terzi, una responsabilità condivisa sui rimpatri, politiche di integrazione finanziate dall'Ue e la difesa dei diritti fondamentali". Nell'aprile 2019, il CdR ha lanciato l'iniziativa "Città e regioni per l'integrazione". 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: