Fase 3: Galateri, investire in infrastrutture ed educazione

'Supporto Ue è grandissimo segnale di speranza'

(ANSA) - TRIESTE, 28 SET - "Infrastrutture, educazione o education, innovazione e tecnologia". Sono i settori in cui, secondo il presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola, occorre investire le risorse che l'Unione europea ha messo a disposizione dell'Italia. Intervenendo a margine di una manifestazione pubblica, Galateri ha indicato prima di tutto infrastrutture ed educazione, "perché, come giustamente dice Mario Draghi, dobbiamo formare i giovani che in futuro dovranno creare quelle risorse, quel valore che servirà per ripagare i debiti che stiamo facendo per tenere in piedi il Paese".
    "E' un momento difficile - ha quindi aggiunto - ma aver avuto" un "supporto da parte dell'Europa è un grandissimo segnale di speranza". "Se potremo vedere una Europa più forte, più solidale, attraverso una crisi economica come questa sarà stato un passaggio dolorosissimo ma anche il modo per far diventare l'Europa quella che tutti sogniamo".
    Parlando infine di nuove tecnologie, Galateri ha osservato che il Covid-19 ha costretto ad "anticipare fatti che sarebbero comunque avvenuti", come lo sviluppo della "digitalizzazione, della tecnologia". Tutto questo "è diventata la realtà di oggi e credo che sarà anche la realtà di domani". Il Coronavirus ha causato "difficoltà non indifferenti" ma Generali ha dimostrato di "essere preparata proprio come una realtà che si occupa di rischio, preparata ad affrontare qualunque rischio". In questo senso, "nell'arco di un paio di settimane il 90 per cento dei circa 70mila dipendenti era in smart working e lavorava da casa continuando a fornire prodotti e servizi". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Nuova Europa



        Modifica consenso Cookie