Cibo, da commodity a brand

Master a Tor Vergata. Olio e web,comunicare fondamentale per pmi

(ANSA) - ROMA, 12 NOV - Le marche, il territorio, gli strumenti di comunicazione per trasformare il cibo da prodotto ad esperienza: sono questi i focus dell'edizione 2019 di "Food, Wine & Co, "Food brand: quando il cibo diventa marca".
    Il corso organizzato dal master in Economia e Gestione della Comunicazione e dei Media dell'Università di Roma Tor Vergata si è articolato in 6 master class che hanno trattato temi relativi all'esperienza nell'ambito agroalimentare ed enogastronomico con sessioni tematiche su prodotti, servizi, sapori, luoghi, tradizioni, eventi e nuove tendenze. Tra i principali driver emersi, la reputazione dell'azienda e la filiera di tracciabilità per i prodotti agroalimentari, vista la sempre crescente attenzione dei consumatori verso i prodotti che acquistano. "È sempre più interessante approfondire quali siano gli strumenti del marketing e della comunicazione adatti a far uscire il cibo dalla mera funzione materiale di prodotto commodity e farlo diventare un brand" spiega la curatrice del master Simonetta Pattuglia. Non è un caso quindi che, secondo quanto emerge da una indagine su web e marketing effettuata su 225 pmi olearie aderenti a Slow Food, l'87% delle imprese consideri fondamentale l'investimento in comunicazione, e che il trend degli investimenti abbia superato il 2% del fatturato in un arco temporale di tre anni. Forte attenzione viene data anche al marchio: più del 70% del campione sostiene che una confezione identificativa sia importante ma solo il 24% del campione infatti dichiara di adottare già un piano di marketing mentre il 46%, invece, non ne fa utilizzo.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma