Percorso:ANSA > Nuova Europa > Economia > Slovenia e Usa siglano dichiarazione congiunta sicurezza 5G

Slovenia e Usa siglano dichiarazione congiunta sicurezza 5G

Segretario Stato Usa definisce Pc cinese una 'minaccia'

13 agosto, 19:44
(ANSA) - BELGRADO, 13 AGO - Il segretario di Stato americano Mike Pompeo e il ministro degli Esteri sloveno Ante Logar hanno siglato oggi in Slovenia una dichiarazione congiunta sulla sicurezza delle reti 5G, che prevede una "rigorosa valutazione dei fornitori" per le reti di telecomunicazione di nuova generazione. Lo rende noto il governo sloveno. La dichiarazione impegna Slovenia e Stati Uniti a focalizzarsi anche su "stato di diritto, sicurezza e pratiche etiche" nella scelta dei fornitori, ha specificato l'esecutivo di Lubiana.

Pompeo è in questi giorni in viaggio nell'Europa centro-orientale, con tappe in Cechia, Slovenia, Austria e Polonia, per persuadere i più stretti alleati Usa nella regione a chiudere definitivamente le porte a giganti cinesi come Huawei e a pensare a una maggiore diversificazione delle fonti energetiche, in chiave anti-russa.

In un discorso a Bled, in Slovenia, Pompeo, affiancato dal premier sloveno Janez Jansa, ha parlato espressamente di una battaglia in corso tra "società libere" e quelle autoritarie, inserendo tra le "minacce" alla democrazia anche il "Partito comunista cinese", che secondo Washington vorrebbe "controllare le persone, le informazioni e le nostre economie". Ogni nazione, ha affermato Pompeo, deve prendere "decisioni autonome su come le informazioni dei propri cittadini debbano essere trattate e vogliamo essere certi che le cose vadano per il verso giusto, che chi crea l'infrastruttura non abbia accesso automatico a informazioni relative alla sicurezza nazionale", come accadrebbe nel caso cinese, la paura degli Usa. Fra i temi in agenda durante la visita di Pompeo in Slovenia, anche energia e rapporti economici. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati