COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale IMG SOLUTION SRL

Isolamento termico: il cappotto interno è realmente efficace?

Per ottimizzare al meglio l’isolamento di una casa, da un po’ di tempo a questa parte si sta utilizzando sempre più il cosiddetto cappotto interno, uno strumento che permette di coibentare un’abitazione, rendendola più isolata da un punto di vista acustico e di temperatura.

Cos’è un cappotto interno?

Un cappotto interno è un sistema di isolamento che viene installato attraverso l’applicazione di alcuni pannelli isolanti nella parte interna delle pareti, ma anche sul tetto. A differenza del cappotto esterno, quello interno ha una dimensione più ridotta, che ne diminuisce anche il costo. Si tratta della soluzione più adottata soprattutto in case inserite in contesti condominiali, dove vige spesso una riduzione della libertà di agire e modificare le pareti esterne del condominio. Lo scopo del cappotto termico è isolare una struttura, riparando le pareti sia dal freddo invernale che dal caldo estivo. 

I pannelli coibentanti vengono applicati in aderenza e per incollaggio sul lato interno delle pareti di facciata.

Possono essere in:

  • Materiali naturali come fibre di legno, fibre di lana, sughero
     
  • Materiali sintetici come polistirolo, schiume isolanti e poliuretani
     

In linea di massima, le aziende specializzate come Futurazeta (qui puoi trovare le soluzioni per l'isolamento termico sul sito futurazeta.com) consigliano l’utilizzo di cappotti termici composti da materiali naturali, poiché quelli artificiali hanno caratteristiche poco adatte per la presenza all’interno di un’abitazione.

Inoltre, hanno un basso grado di traspirabilità che resta una condizione necessaria per garantire un buon comfort abitativo.

Vantaggi del cappotto termico

Arriviamo ora al fulcro vero e proprio della questione, legato a tutti i vantaggi generati dal cappotto interno:
 

  • Si abbattono i tempi di riscaldamento e raffreddamento della casa. Grazie allo strato isolante che viene installato sulle pareti, l’isolamento agisce attraverso una specifica tecnica chiamata accumulo di massa. In altri termini, aumenta sempre più la resistenza termica delle pareti, rendendo più veloce il riscaldamento e il raffreddamento dell’ambiente della casa;
  • Si eliminano eventuali ponti termici presenti nella muratura;
     
  • Si ha un isolamento anche acustico: con l’utilizzo del cappotto interno, infatti, sarà possibile isolare l’abitazione da suoni e rumori molesti provenienti dall’esterno o dal condominio, anche dalle tonalità molto forti. In particolare mediante l’utilizzo del sughero;
     
  • Si risparmia da un punto di vista energetico: sebbene un cappotto interno detenga dei costi di acquisto e installazione, l’intera spesa verrà poi ammortizzata nel corso del tempo. Partendo dal presupposto che con questo supporto la casa riesce a riscaldarsi e raffreddarsi in breve tempo, si consumerà molta meno elettricità, risparmiando ingenti somme di denaro.

Il montaggio è facile e può essere effettuato con il fai da te
Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’intervento di isolamento interno della casa attraverso il cappotto termico, non richiede particolari competenze tecniche per essere installato correttamente. Infatti, grazie al fatto che i pannelli per isolare le mura sono spesso già accoppiati con dei fogli di cartongesso, bisognerà preoccuparsi soltanto di incollarli, definire le giunture e procedere alla pitturazione ed il gioco è fatto.

Oggi, grazie a questi particolari sistemi, chiunque abbia un minimo di praticità può facilmente installare un cappotto interno con il fai da te. Tuttavia, è preferibile sempre sentire il parere di un esperto circa il lavoro da porre in opera, questo per via del fatto che ogni situazione può essere diversa a seconda delle necessità e del problema da risolvere.

Per maggiori informazioni:

Sito web: https://www.futurazeta.com/

Montecalvo Irpino (AV)

Comunicato a cura di: Img Solutions srl

Video Economia


Vai al sito: Who's Who