Teatro: torna Festival Morgana, tra pupi, stucchi e operette

Nei weekend dall'8 al 17 novembre Palermo diventa teatro diffuso

(ANSA) - PALERMO, 25 OTT - Incontri, libri, mostre. Ma saranno soprattutto le compagnie nazionali e internazionali ad animare l'edizione numero 44 del Festival di Morgana, presentata stamane al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino.
    Un appuntamento storico, che si rinnova annualmente e in cui gli assoluti protagonisti saranno la tradizione dei pupi, il teatro di figura e il teatro contemporaneo. Nei due weekend dall'8 al 17 novembre, come ogni anno, Palermo si trasformerà in un teatro diffuso. Oltre al Museo delle marionette, gli spettacoli andranno infatti in scena in altri suggestivi luoghi di cultura: il teatro Garibaldi, l'ex Chiesa sconsacrata di San Mattia Apostolo dei Crociferi, il teatro Carlo Magno, l'Oratorio San Lorenzo.
    A inaugurare il festival sarà la mostra I tre cavalieri, di Enzo Patti, venerdì 8 novembre alle 19, al Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. Un affascinante percorso in chiaroscuro, in cui ombre e sfumature tratteggiano i disegni ispirati dalla lettura di Riti criminali. I codici di affiliazione alla 'ndrangheta, di Enzo Ciconte. Un percorso che fa emergere le origini leggendarie delle mafie. Un viaggio in un mondo oscuro che prosegue con Osso, Mastrosso e Carcagnosso. Una favola musicale sulle Mafie, che andrà in scena alle ore 21 (e in replica sabato 9 novembre alle 20 e domenica 10 novembre alle 16.30) al Museo delle Marionette. Coprodotto dal museo Pasqualino e da Trentino Jazz, lo spettacolo è firmato da Antonia Sorce, Paride Benassai ed Emilio Galante, gli ultimi due in scena con Salvatore Bumbello e l'Ensemble Corale Celestino Eccher.
    Oltre ai tradizionali spettacoli dell'Opera dei pupi il festival ospiterà quest'anno la nuova co-produzione del Museo Pasqualino e Amici Musei Siciliani, Vitae di Francesco e Lorenzo, che andrà in scena all'Oratorio di San Lorenzo venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 novembre alle 18. Per la prima volta gli stucchi dell'Oratorio prenderanno vita nella rappresentazione con attori e pupi ispirata ai teatrini incentrati sulle vite di Lorenzo e Francesco. Ancora venerdì 15 alle 19 (e in replica sabato, allo stesso orario) sarà la volta di OperettAlzheimer. Allegro ma non troppo. Tragicomico assolo a due mani di e con Marzia Gambardella (Francia) in scena alla Chiesa di San Mattia Apostolo dei Crociferi. L'edizione numero 44 del Festival di Morgana si chiude domenica 17 niovembre alle 21, al teatro Garibaldi, con La semplicità ingannata. Satira per attrice e pupazze sul lusso d’esser donne, di e con Marta Cuscunà.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere