Napoleone, storia di un uomo nato leader

Il ritratto in "Napoleon the Communicator" di Roberto Race

(ANSA) - ROMA, 09 DIC - Roberto Race, "Napoleon the Communicator: Thinking with the mind of the winner" (ScriptaManent). Genio militare, ma anche statista e visionario; per alcuni un dittatore, per altri un precursore dell'idea europea. C'è ancora molto da scoprire sulla figura poliedrica di Napoleone e molte sono le interpretazioni possibili: è quanto spiega Roberto Race nel suo libro "Napoleon the Communicator: Thinking with the mind of the winner" (ScriptaManent), versione in inglese e aggiornata del "Napoleone il Comunicatore" edito da Egea, la casa editrice dell'Università Bocconi. In particolare Race approfondisce una dote spiccata di Napoleone, ossia l'impareggiabile capacità di dialogare con l'opinione pubblica.
    Una categoria concettuale che nasce proprio con lui e che renderebbe questo personaggio storico simile "a quei leader che sanno motivare e coinvolgere i loro collaboratori rendendoli partecipi delle sfide, che dovranno affrontare assieme", scrive l'autore. Secondo Race, "quello che per Napoleone è il campo di battaglia per l'imprenditore e il manager sono la fabbrica e il mercato, dove solo chi sa cosa vuol dire essere in prima linea può dare gli ordini ed essere ascoltato. Un identikit classico di quello che oggi consideriamo un imprenditore di successo". Da domani (per 3 giorni) il libro, che nell'edizione inglese presenta la postfazione di Charles Bonaparte, ultimo erede di Napoleone e presidente della Federazione Europea delle città napoleoniche, sarà scaricabile gratuitamente in versione kindle da Amazon. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA