Rocco Schiavone in 'Ah l'amore l'amore' di Manzini

In libreria il 9 gennaio per Sellerio

ANTONIO MANZINI, AH L'AMORE L'AMORE (SELLERIO, PP 352). Rocco Schiavone indaga da un letto d'ospedale nel nuovo romanzo di Antonio Manzini 'Ah l'amore l'amore' che arriva in libreria il 9 gennaio e inaugura il 2020 di Sellerio.
    Le avventure dell'anticonformista vicequestore, che nella fortunata serie in onda su Rai2 è interpretato da Marco Giallini, riprendono dall'ultima pagina del precedente libro, 'Rien ne va plus', dove lo abbiamo lasciato ferito in un lago di sangue. Un proiettile ha colpito Rocco in un conflitto a fuoco, ha perso un rene ma non per questo è meno ansioso di muoversi. Nello stesso periodo in cui lui è in ospedale, durante un intervento chirurgico simile al suo, un altro paziente perde la vita: Roberto Sirchia, un ricco imprenditore che si è fatto da sé. La vedova e il figlio di Sirchia puntano il dito contro la malasanità. Ma, una sacca da trasfusione con il gruppo sanguigno sbagliato, agli occhi di Rocco che si annoia e non può reprimere il suo istinto di sbirro, è una disattenzione troppo grossolana. E poi il vicequestore è profondamente grato all'uomo che sarebbe il responsabile numero uno dell'errore, cioè il primario dottor Negri, malinconico e disincantato come lui. E così, con il suo stile dissacrante Rocco comincia a guidare l'indagine dai corridoi dell'ospedale. Ma il movente va cercato fuori. Schiavone ha quasi cinquant'anni, certe durezze si attenuano, forse un amore si affaccia. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie