Dopo strage Gaza Turchia espelle ambasciatore Israele. Papa: dolore per i morti in Terra Santa,basta violenze

Ieri iniziato Ramadan ma Hamas annuncia nuove proteste

Ancora alta tensione in Medio Oriente. Dopo la strage di Gaza la Turchia espelle l'ambasciatore israeliano, mentre viene richiamato l'inviato palestinese a Washington. Intanto il Papa fa sentire la propria voce. "Sono molto preoccupato e addolorato per l'acuirsi delle tensioni in Terra Santa e in Medio Oriente - ha detto Bergoglio - e per la spirale di violenza che allontana sempre più dalla via della pace, del dialogo e dei negoziati. Esprimo il mio grande dolore per i morti e i feriti" e "ribadisco che non è mai l'uso della violenza che porta alla pace. Guerra chiama guerra, violenza chiama violenza. Invito tutte le parti in causa e la comunità internazionale a rinnovare l'impegno perché prevalgano il dialogo, la giustizia e la pace".

Oggi intanto anche il Guatemala inaugurerà la sua nuova ambasciata a Gerusalemme. Iniziato ieri sera il ramadan, ma Hamas annuncia nuove proteste. Al Cairo oggi seduta straordinaria della Lega araba.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA