Malga Lagorai, petizione contro cambio di destinazione uso

Presentata al presidente del Consiglio provinciale Kaswalder

(ANSA) - TRENTO, 21 DIC - Una petizione contro il cambio di destinazione d'uso di Malga Lagorai è stata presentata questa mattina a palazzo Trentini da Tiziana Vanzo e Daniela Tomasi al presidente del Consiglio provinciale di Trento, Walter Kaswalder. Nel testo, sottoscritto da 160 cittadini, si chiede che il Consiglio si faccia parte attiva a tutela del compendio di Malga Lagorai nel comune di Tesero.
    Questo perché - è stato sottolineato - la Magnifica comunità di Fiemme, proprietaria della struttura, prevede la trasformazione della malga in un ristorante o in un bivacco custodito. Un termine, hanno detto Vanzo e Tomasi, che non si riscontra nel linguaggio edilizio e urbanistico. Il timore espresso nel documento è che "il cambio di destinazione di questa struttura possa creare "le condizioni per una forte antropizzazione della val Lagorai che, fino a oggi, è rimasta al margine del turismo di massa e un 'isola' per chi vuole vivere e non consumare la montagna".
    Il presidente Kaswalder ha ricordato che la petizione verrà affrontata in ufficio di presidenza e poi assegnata alla terza commissione che si occupa di tutela ambientale. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Videonews Alto Adige-Südtirol

      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie