Lega, fuori luogo Pd su nomine sanità

"Hanno governato 50 anni senza mai adottare tale logica"

"Ci appare fuori luogo che a suggerire questo percorso siano proprio quelle persone i cui partiti di appartenenza hanno governato per 50 anni la Regione Umbria senza mai pensare di poter di adottare tale logica, ma soprattutto reputiamo abbastanza sorprendente che la 'lezione' di trasparenza provenga da quel partito i cui vertici sono stati di recente decapitati proprio a causa dello scandalo Concorsopoli nella sanità": l'on. Virginio Caparvi, segretario Lega Umbria, e Stefano Pastorelli, capogruppo in Assemblea legislativa, replicano al Pd che ha chiesto di "rafforzare il principio di separazione tra indirizzo politico e gestionale" nella nomina dei vertici delle Aziende sanitarie.
    "Il principio - affermano gli esponenti del carroccio - è giusto ed è quello che il nuovo governo regionale, a partire dalla presidente Tesei, fino al gruppo Lega, intende perseguire.
    Sanità per tutti, spazio al merito nei concorsi pubblici, cittadino al centro, trasparenza nella selezione di soggetti in ruoli apicali".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie