Mancano materie prime, Cigs a Sangemini

Lunedì presidio davanti ai cancelli della fabbrica

(ANSA) - PERUGIA, 28 FEB - Cassa integrazione straordinaria nelle giornate di lunedì e martedì prossimi per tutti i lavoratori del siti di Sangemini e Amerino a causa della chiusura della produzione per mancanza di materie prime, come tappi, preforme, etichette, bancali: a comunicarlo alle rsu è stato nella serata di ieri l'ufficio del personale dell'azienda.
    I delegati di fabbrica - si legge in una nota - hanno quindi chiesto "urgentemente" sia al prefetto che alla Regione, già a conoscenza dei fatti, "un intervento tempestivo, visto che la comunicazione aziendale fatta per mezzo stampa il 26 febbraio non offre le garanzie occupazionali che erano state sottoscritte negli accordi del 2014". L'azienda, in quella comunicazione, aveva assicurato che non ci sarà alcuna chiusura di stabilimenti.
    Per la giornata di lunedì, a partire dalle 9, le rsu hanno organizzato un presidio davanti ai cancelli della fabbrica fino alle 17, quando è atteso l'esito della "conference call" tra proprietà e sindacati nazionali.
   Il ministero dello Sviluppo economico ha convocato per il 12 marzo, alle 11, l'incontro richiesto dalle segreterie nazionali di Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil per fare il punto sulla situazione del gruppo Acque minerali d'Italia, di cui fa parte anche la Sangemini.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie