Axa: Innocenti, sperimentiamo su linguaggio inclusivo

Abbiamo provato anche asterischi, poi siamo tornati all'italiano

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - "Già da una decina d'anni abbiamo iniziato ad approfondire la tematica del linguaggio inclusivo a partire dal management per poi dialogare con tutta la popolazione aziendale affrontando lo studio delle parole, anche quelle esclusive o offensive". Lo racconta il direttore Hr, Organization & Change Management Gruppo AXA Italia, Simone Innocenti, all'evento dell'Agenzia ANSA "Diversità, inclusione, equità: una nuova visione per il lavoro".
    "Abbiamo modificato tutte le nostre comunicazioni, tutte le nostre policy, tutte le nostre procedure interne e abbiamo sperimentato. Abbiamo anche inserito degli asterischi, poi li abbiamo tolti, abbiamo ascoltato la popolazione aziendale e abbiamo reintrodotto la lingua italiana che è flessibile a sufficienza per essere inclusiva senza usare gli asterischi", dichiara il manager.
    "Abbiamo tenuto vivo il confronto con le persone, abbiamo introdotto nuovi metodi di comunicazione e siamo entrati nelle case delle persone. Ci siamo presi in giro - dice - e abbiamo affrontato tematiche complesse con semplicità e a volte anche un po' di ironia in modo da far sì che le persone che avessero più difficoltà a colloquiare di tematiche di inclusività si sentissero più tranquille e libere nell'ambiente lavorativo".
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA