Clima: da economia circolare -23 mld tonnellate di emissioni

Ong, è quanto servirebbe all'anno per l'obiettivo di 1,5 gradi

Redazione ANSA ROMA

L'ampliamento dell'economia circolare, con l'adozione di 21 misure per il riciclo, il riuso e la riparazione dei prodotti, taglierebbe di quasi 23 miliardi di tonnellate all'anno le emissioni di gas serra e permetterebbe di mantenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi dai livelli pre-industriali. Lo sostiene uno studio della ong internazionale Circle Economy.

La ong propone 21 misure di economia circolare che ridurrebbero il consumo annuo di materie vergini da 101,4 miliardi di tonnellate (Gigatonnellate o Gt) a 79 miliardi, raddoppiando il tasso di riciclo dall'8,6% dei materiali vergini al 17%. Questa riduzione porterebbe ad un taglio annuale delle emissioni di gas serra di 22,8 miliardi di tonnellate.

Secondo Circle Economy, gli impegni di decarbonizzazione presi dagli stati del mondo alla Cop26 di Glasgow mancano l'obiettivo di mantenere il riscaldamento globale sotto 1,5 gradi dai livelli pre-industriali proprio per 23 miliardi di tonnellate di emissioni annue di gas serra di troppo.

La riduzione di 4,05 Gt di materiali nell'edilizia secondo la ong taglierebbe le emissioni di 3,45 Gt. Ristrutturare gli edifici farebbe risparmiare 5,28 Gt di materiali e 2,15 Gt di emissioni. Usare cibi stagionali e locali e altri metodi di produzione sostenibile di cibo ridurrebbe il consumo di materiali di 3,4 Gt e le emissioni di 2,07 Gt. Usare metallo e plastiche riciclate per fare veicoli e riciclare i veicoli alla fine della loro vita farebbe risparmiare 3,3 Gt di materiali e 1,5 Gt di emissioni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA