Giornata Terra: Legambiente, Pnrr affronti crisi ecologiche

"Bonifiche Terre dei fuochi, Pfas, Sin e aria Pianura Padana"

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 22 APR - "In Italia ci sono vertenze ambientali croniche, tuttora irrisolte, su cui è urgente intervenire e che non devono essere dimenticate dal PNRR". Lo chiede Legambiente, che nella Giornata Mondiale della terra lancia un appello al Presidente del Consiglio Mario Draghi e al suo Governo "affinché nel Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, ormai al rush finale, si dia il giusto spazio a queste vertenze ambientali".

La ong cita "le bonifiche mancate nella Terra dei Fuochi in Campania, nella Valle del Sacco nel Lazio, delle falde acquifere inquinate da Pfas in Veneto e Piemonte, dei Siti di interesse nazionale e dell'amianto dagli edifici, ma lo stesso vale per le ampie porzioni di territorio ammorbate dallo smog, a partire dalla Pianura Padana".

Legambiente ricorda "i 6 milioni di cittadini che vivono nei territori da bonificare, le 300 mila persone nelle province di Vicenza, Padova e Verona, in Veneto, con acque contaminate negli anni dai Pfas, le 6000 morti premature all'anno per amianto o le oltre 50mila morti premature nella Penisola dovute ogni anno all'esposizione eccessiva ad inquinanti atmosferici come le polveri sottili (in particolare il Pm2,5), gli ossidi di azoto (in particolare l'NO2) e l'ozono troposferico (O3)".

L'associazione lancia oggi la sua nuova campagna itinerante - #liberidaiveleni - per il risanamento ambientale e il diritto alla salute nei territori dell'Italia inquinata. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie