Vernice green italiana per restauro Palazzo reale di Évora

La marchigiana Diasen ha utilizzato intonaci a base di sughero

Redazione ANSA SASSOFERRATO (ANCONA)
(ANSA) - SASSOFERRATO (ANCONA), 21 APR - Intonaci ecologici ad elevata tecnologia per il restauro del Palazzo reale di Évora (Portogallo) grazie alla Diasen, azienda marchigiana di Sassoferrato (Ancona), eccellenza nella chimica green per l'edilizia, con forte esperienza nel restauro conservativo di beni architettonici. Diasen si è concentrata su interventi di risanamento, deumidificazione e isolamento termico: per conservare l'integrità storica dell'edificio, uno dei massimi esempi del Rinascimento architettonico portoghese, sono stati utilizzati intonaci a base sughero innovativi ed ecologici, studiati e prodotti internamente nello stabilimento di Sassoferrato. L'ad Diego Mingarelli sottolinea che "siamo stati scelti per l'unicità delle nostre soluzioni che si basano su prodotti congeniali al restauro. Non è un caso, da questo punto di vista, che la Fondazione Symbola abbia di recente inserito Diasen nel suo rapporto sulle cento storie più significative di architettura conservativa". Diasen ha realizzato interventi in ogni parte del mondo che hanno riguardato edifici storici come il Campidoglio a Roma, siti archeologici come Bru na Boinne in Irlanda, aree urbane tutelate come Habana Vieja a l'Avana o antiche residenze monastiche come il Convento de Jesus a Setubal in Portogallo. Completamente sostenibile la materia prima prescelta: il sughero, che non richiede taglio di alberi e si rinnova ogni 10 anni. Anche il modello produttivo è circolare: si usa il sughero eccedente nella produzione di tappi, impiegato nella realizzazione di malte e pitture. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie