Lusso

NFT Mania, tra le celebrities scoppia la moda delle cryptovalute

Da Snoop Doog a Eminem i vip si lanciano nel mercato dei Non Fungible Tokens

Paris Hilton © ANSA
  • Redazione ANSA
  • 19 novembre 2021
  • 13:59
Il mondo dei pagamenti digitali è esploso: si paga contactless dal telefonino, si utilizzano conti on line (e molti sportelli bancari per questo sono stati ridimensionati), si ordina qualsiasi cosa via web e si paga altrettanto, insomma pagare in contanti è in declino, un retaggio ci sembra di un tempo antico. A questo si aggiunge negli ultimi anni l’ingresso in scena delle criptovalute, monete virtuali che funzionano in maniera autonoma, al di fuori dei tradizionali sistemi bancari e governativi. In questo scenario rientrano anche gli NFT (token non fungibile), beni di proprietà monetizzabili che, al contrario del Bitcoin o Ethereum, non possono essere replicati in alcun modo, fungendo da vero e proprio pezzo da collezione. Il loro valore è cresciuto a dismisura nel primo quadrimestre di quest’anno dopo che la più grande casa d’aste al mondo ha venduto un NFT per la bellezza di 69,3 milioni di dollari e il founder di Twitter, Jack Dorsey, ha messo in vendita il suo primo messaggio sulla piattaforma. Il valore di mercato? Ben 2,9 milioni di dollari. Il valore degli NFT è salito a 10,7 miliardi di dollari nel terzo quadrimestre di quest’anno.
- Leggi anche La Crypto art spiegata ai boomer
Una vera e propria “NFT Mania”, dunque, che ha colpito il mondo dei social (su Instagram l’hashtag conta oltre 2 milioni di menzioni) e quello delle celebrities: da Snoop Dogg a Eminem, da Paris Hilton a William Shatner, fino ad arrivare a Shawn Mendes e Ellen Degeneres, solo per citarne alcune. Il celebre rapper della California aveva infiammato i social nei mesi scorsi, annunciando di essere il collezionista pseudonimo di NFT “Cozomo de’ Medici”, un wallet dal valore di oltre 17 milioni di dollari, e di recente ha venduto ben 1000 biglietti NFT che hanno permesso ai suoi fan di accedere, in diretta streaming, a un concerto nel cosìdetto “metaverso”. E ancora, Eminem si è lanciato a capofitto sul mercato con “ShadyCon”, una varietà di oggetti da collezione tra cui action figure, cappellini e carte, andata sold out in pochi minuti. Per non parlare di Shawn Mendes, che ha stretto una partnership con Genies, società che si occupa di avatar 2D, per realizzare una collezione NFT basata su alcuni dei suoi oggetti più iconici: dalla chitarra Fender all’anello dorato, fino ad arrivare al gilet che utilizza per esibirsi sul palco.
 “Il clamore attorno agli NFT è iniziato a crescere a dismisura coinvolgendo chiunque: da atleti a popstar, fino ad arrivare agli artisti famosi. In questo scenario in rapida evoluzione - commenta Orlando Merone, Country Manager di Bitpanda in Italia - gli esperti di criptovalute e blockchain si sono divisi: alcuni si sono dimostrati entusiasti per le opportunità derivate dal settore, altri invece hanno iniziato ad esprimere diverse perplessità attorno ai token. Nel mondo digitale - tra servizi di streaming, social media e musei online - il concetto di proprietà diventa sempre più sfocato. La sensazione di possedere effettivamente qualcosa sfuma sempre di più e gli NFT possono ricreare, nel mondo digitale, questa sensazione di proprietà. Guardando al futuro, poi, potrebbero rappresentare solo il primo dei modi con cui le persone saranno in grado di possedere qualcosa di virtuale".
Una moda che non ha lasciato indifferente Paris Hilton, l’ereditiera più famosa al mondo, che lo scorso aprile ha venduto la sua collezione di NFT dal valore di oltre 1 milione di dollari, e la nota conduttrice americana Ellen Degeneres, che ha messo in beneficenza una serie di articoli dal valore di oltre 30mila dollari, battendosi per una giusta causa. William Shatner, infine, l’indimenticabile stella di Star Trek, reduce da un viaggio nello spazio con Jeff Bezos, ha venduto nel mese di luglio oltre 125mila carte NFT raffiguranti immagini della celebre serie televisiva, del suo personaggio e di altri colleghi.
Vai al Canale: ANSA2030
Modifica consenso Cookie