Ducati World Première 2022, debutto con nuova Multistrada V2

Nuova generazione per la moto a '360 gradi' di Borgo Panigale

Redazione ANSA MILANO

Si sono accesi i riflettori sulla Ducati World Première 2022, anche quest'anno in versione digitale e dedicata alle novità della casa di Borgo Panigale.

Oggi è andato in scena il primo episodio della web series che, attraverso un percorso a episodi, da oggi e ogni due settimane, svelerà agli appassionati di tutto il mondo i nuovi modelli della gamma Ducati 2022. Per il debutto della World Première, Ducati a puntato sulla nuova Multistrada V2, anche in allestimento S, che con la nuova versione prosegue nella sua evoluzione, continua dal 2017.
Il concetto alla base di Multistrada V2 è semplice: una moto ideale per godersi ogni percorso, versatile nell'utilizzo quotidiano e in città ma sempre con la sportività e lo stile che caratterizzano ogni Ducati. La nuova versione della bicilindrica della famiglia dual Ducati è stata quindi pensata per essere una moto a 360°, ancora più intuitiva, confortevole, con miglioramenti in termini di ergonomia, ma anche divertente, accessibile e tecnologicamente avanzata. La 'ricetta' è quella completa per rappresentare anche la porta d'accesso ideale all'universo tourer di Borgo Panigale, grazie anche all'introduzione della versione 35 kW, dedicata ai possessori di patente A2.

In particolare, durante la fase di sviluppo della moto, i tecnici Ducati si sono concentrati su alcune linee principali come l'ergonomia, la riduzione del peso, gli aggiornamenti al motore e tutta una serie di upgrade. Sul versante del design, la Multistrada V2 è un misto di eleganza e sportività, in linea con i canoni stilistici della già apprezzata famiglia dual bike di Borgo Panigale, compreso quel bilanciamento tra l'importante volume anteriore e la snellezza del posteriore. Nuova anche la grafica, che riporta il nome della moto su entrambi i lati.

Sotto la sella della nuova Multistrada V2 batte il cuore pulsante dell'ultima evoluzione del Testastretta 11° da 937 cm .
Il motore a distribuzione desmodromica, 4 valvole per cilindro, raffreddato ad acqua, eroga 113 cavalli e circa 10 kgm di coppia massima. Caratteristiche di questo bicilindrico sono la linearità, la facile gestione ai bassi regimi, così come una coppia sempre pronta e e che all'occorrenza è in grado di sprigionare tutto il carattere sportivo tipicamente Ducati.

L'evoluzione del Testastretta ha numerosi e importanti miglioramenti, dalle nuove bielle alla nuova frizione idraulica a 8 dischi, passando per un cambio aggiornato e che garantisce maggiore fluidità e precisione di cambiata, facilitando anche l'inserimento della folle. Un progresso ancora più apprezzabile, nell'utilizzo in accoppiata con il quickshifter, ora con strategia di funzionamento ulteriormente ottimizzata.

La gamma colori è composta dalla classica colorazione 'Rosso Ducati', con cerchi neri, disponibile sia per Multistrada V2 che per Multistrada V2 S, insieme alla nuova livrea 'Street Grey' con telaio nero e cerchi 'Rosso GP', ordinabile solamente per la versione S. Per la famiglia Multistrada V2 esistono due allestimenti che possono essere ordinati direttamente dalla fabbrica. L'allestimento Essential è disponibile sia per Multistrada V2 che per Multistrada V2 S, mentre l'allestimento Travel, con borse laterali, manopole riscaldate e cavalletto centrale, è ordinabile solamente per la versione S.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie