Volvo Cars: vendite +40% in primo trimestre

L'aumento è dovuto soprattutto al mercato cinese

ANSA-XINHUA

Volvo Cars ha segnalato un aumento delle vendite di oltre il 40% nel primo trimestre del 2021 soprattutto grazie al buon andamento del mercato cinese, che ha visto un aumento di oltre il 117%.
    Secondo un comunicato stampa divulgato ieri dalla società, le vendite globali di Volvo Cars da gennaio a marzo hanno totalizzato le 185.698 vetture, con un aumento del 40,8% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno in quello che, a detta della casa automobilistica, è stato il "miglior primo trimestre della nostra storia".
    Le statistiche mostrano che le vendite in Cina hanno raggiunto le 45.242 unità, valore che corrisponde a un aumento del 117,7% nei primi tre mesi dell'anno, rispetto allo stesso periodo dell'annualità precedente.
    La società ha affermato che la forte e continua domanda per il modello S90, prodotto localmente, ha consentito di "recuperare e migliorare le vendite perse a causa delle restrizioni dovute al COVID-19." In altre aree, come Stati Uniti ed Europa, l'azienda ha affermato di essere riuscita a migliorare le vendite rispetto al primo trimestre dello scorso anno, riuscendo nel contempo a far fronte agli effetti a lungo termine della pandemia.
    Nel periodo gennaio-marzo, le vendite statunitensi di Volvo Cars hanno raggiunto le 27.239 auto, con un aumento del 39,8% rispetto al medesimo periodo del 2020, anno influenzato dalla pandemia e dal rispetto delle norme che invitavano le persone a restare a casa. Le vendite europee dell'azienda sono cresciute arrivando a 87.457 unità, registrando un aumento del 24% rispetto allo stesso trimestre dell'anno scorso. L'incremento è stato trainato principalmente da quei mercati che sono riusciti a resistere alle chiusure dovute alla pandemia e a un forte incremento in Svezia e nel Regno Unito. Volvo Cars ha affermato che nel primo trimestre 2021 ha più che triplicato il numero di abbonamenti venduti online nell'ambito del suo servizio Care by Volvo, rispetto allo stesso periodo del 2020 e ha inoltre osservato una crescita trimestre su trimestre del 22%. Volvo Cars, acquisita dalla casa automobilistica cinese Geely nel 2010, al 2020 aveva circa 40.000 dipendenti a tempo pieno a livello internazionale. Con sede nella città svedese di Göteborg, i principali impianti per la produzione di auto Volvo Cars si trovano a Goteborg, Ghent (Belgio), nella Carolina del Sud (Stati Uniti), a Chengdu e a Daqing (Cina), mentre i motori sono prodotti a Skovde (Svezia) e a Zhangjiakou (Cina) e i componenti della carrozzeria a Olofstrom (Svezia).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie