Veicoli commerciali, in Europa +24% negli 8 mesi

Acea, flessione mesi estivi, -11,9% a luglio e -5,4% in agosto

Redazione ANSA TORINO

Il mercato dei veicoli commerciali ha registrato, dopo cinque mesi di crescita consecutivi, una battuta d'arresto nei mesi estivi: un calo dell'11,9% a luglio e del 5,4% in agosto rispetto agli stessi mesi del 2020. Negli otto mesi le immatricolazioni sono state 1.292.628, il 24% in più dell'analogo periodo dell'anno scorso. I dati sono dell'Acea, l'associazione dei costruttori europei.
    L'Acea spiega che la flessione dei mesi estivi è dovuta al rallentamento della domanda di furgoni, che rappresenta l'83% del totale delle immatricolazioni, mentre i segmenti dei camion e gli autobus hanno registrato un andamento migliore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Le vendite sono guidate dall'Europa Centrale (+23,2%), mentre le nuove immatricolazioni nell'Europa Occidentale sono in calo.
    Negli otto mesi tutti i principali mercati europei registrano una crescita a doppia cifra: Italia (+35,4%), Francia (+22,4%), Spagna (+16%) e Germania (+12,5%).   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie