Kuga plug-in hybrid, il silenzio elettrico culla la natura

La versione più venduta del suv Ford alla prova tra asfalto e strade bianche

Francesco Fabbri MONTALTO DI CASTRO

Un'esperienza ibrida per un'auto ibrida. A un anno dal lancio della nuova Kuga, Ford ha scelto la plug-in hybrid - la più venduta tra le tre motorizzazioni elettrificate della vettura - per andare alla scoperta di Vulci, uno dei luoghi più suggestivi e pieni di storia d'Italia.
    Dopo un percorso autostradale di trasferimento da Roma al cuore della Maremma laziale - durante il quale abbiamo apprezzato l'estrema maneggevolezza, la prontezza e il dinamismo di Kuga - il suv dell'Ovale Blu non ha avuto alcuna difficoltà nel destreggiarsi su strade bianche e in fuoristrada, ancorché non proibitivo. Già, perché la Kuga pur non avendo trazione integrale, ben si destreggia anche al di fuori dei nastri d'asfalto.
  

  Muoversi a emissioni zero e senza rumore in mezzo alla natura è davvero un'esperienza da provare. Comfort e cura dei dettagli nell'abitacolo; il vapore delle terme calde e il dolce saliscendi, fuori. La guida fluida ed efficiente è una delle caratteristiche che ha reso Kuga la vettura plug-in hybrid più venduta in Europa nel primo semestre dell'anno. Questa versione, che compone la gamma assieme alle varianti EcoBlue Hybrid e Full Hybrid, è equipaggiata con un powertrain capace di sviluppare nel complesso 225 CV. Il motore Atkinson da 2,5 litri è abbinato a un propulsore elettrico e una batteria agli ioni di litio da 14,4 kWh. La ricarica può avvenire sia dalla rete che grazie alla ricarica rigenerativa. Il risultato? Fino a 64 km di autonomia, nel ciclo WLTP combinato, e fino a 88 km nel ciclo WLTP cittadino, in modalità elettrica, con consumi da 1,0 l/ 100 km ed emissioni di CO2 da 22 g/km (nel ciclo WLTP).
    Al di là di numeri e cifre, però, è il feeling che scatta alla guida di questa vettura a colpire. Era, spiegano in Ford, uno degli obiettivi: dare personalità a un'auto adatta alla famiglia, alla vita di tutti i giorni, ma anche ideale compagna per i viaggi.
    A rendere particolarmente duttile Kuga plug-in hybrid è la possibilità di scelta nell'uso della batteria: EV Auto (predefinita alla partenza); EV Now, per un utilizzo in full electric; EV Later, che permette di risparmiare la carica della batteria per un utilizzo futuro; EV Charge, che sfrutta il motore termico per ricaricare la batteria. Quando la batteria raggiunge il suo livello di carica più basso, la Kuga torna automaticamente alla modalità EV Auto - integrando la potenza del motore benzina con l'assistenza del motore elettrico, utilizzando l'energia recuperata per ridurre il consumo di carburante. Proprio questa peculiarità, secondo uno studio presentato in concomitanza con il test drive cui ANSA Motori ha preso parte, ha permesso a chi Kuga la usa tutti i giorni di percorrere il 50% dei tragitti in sola modalità elettrica.
    Alle modalità di guida Normal, Sport ed Eco, si affiancano la Slippery per superfici a grip ridotto come neve e ghiaccio, e Snow/Sand, per suoli morbidi e deformabili.
    I 225 Cv complessivi erogati dal powetrain garantiscono anche una guida dai tratti divertenti, che grazie alla tecnologia dei Drive Modes consente ai conducenti di impostare i parametri di acceleratore, sterzo e controllo della trazione, oltre ai tempi del cambio per i modelli automatici, per modulare le prestazioni ai diversi scenari di guida.
    Se all'esterno il look è quello ormai tipico della nuova generazione Ford, riconoscibile in particolare all'anteriore, a bordo è ampia l'attenzione al comfort: l'abitacolo è spazioso e versatile, con interni curati nel dettaglio. Riscaldabili anche i sedili posteriori, con l'intera seconda fila che può essere spostata per aumentare lo spazio per le gambe o il vano di carico. Nel bagagliaio è presente un tappetino reversibile: in velluto da un lato e con una superficie gommata dall'altro, per il trasporto di attrezzature sportive bagnate o di animali.
    Salto di qualità anche nella connettività, con il sistema di comunicazione e intrattenimento di terza generazione. Attraverso il touch-screen centrale a colori da 8", compatibile con Apple CarPlay e Android Auto, si controllano le funzioni audio, di navigazione e climatizzazione, oltre che i dispositivi collegati. Il quadro strumenti misura da 12.3", con tecnologia free form che consente un design delle immagini senza interruzioni che va oltre il tradizionale design rettangolare.
    Avanzati, infine, i controlli di sicurezza e gli adas che, grazie al Ford Co-Pilot, favoriscono una guida più confortevole, meno stressante e più sicura.
    Ford Kuga ibrida ha un prezzo d'attacco di 31.800 euro, la versione plug-in hybrid in allestimento ST-Line X oggetto della nostra prova arriva a 44.750 euro.
    E dopo due giorni al volante, rimane addosso la voglia di guidare. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie