Acqua non potabile fa 800.000 morti all'anno, 300.000 bimbi

Onu, nei paesi poveri perdite per 260 miliardi dollari all'anno

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Ogni anno, 829.000 persone muoiono in media di dissenteria come conseguenza di acqua non potabile, compresi 300.000 bambini sotto i cinque anni. L'Oms calcola che le perdite totali dovute all'acqua non potabile in 136 paesi a medio e basso reddito equivalgano a circa 260 miliardi di dollari all'anno. Lo scrive l'Onu nel suo rapporto annuale sull'acqua, diffuso in occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua.
    Nei paesi a medio ed alto reddito, in media il 59% delle acque reflue è trattato, ma nei paesi a basso reddito è trattato solo l'8%. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA