Scoperto un pianeta gigante senza nuvole

Potrebbe aiutare a comprendere come si formano i pianeti

Redazione ANSA

Scoperto un pianeta gigante senza nuvole: si trova a 575 anni luce di distanza e si chiama Wasp-62b. La sua atmosfera limpida rende più facile studiarne la composizione chimica e ciò può aiutare a identificarne sia la composizione sia l'origine. Il risultato, pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal Letters, si deve al gruppo del Centro americano per l'Astrofisica Harvard & Smithsonian coordinato da Munazza Alam.

Il pianeta, la cui massa i circa la metà rispetto a quella di Giove, è un cosiddetto "Giove caldo", ovvero un gigante gassoso dalle temperature molto elevate perchè orbita molto vicino alla sua stella. A differenza del nostro Giove, che a causa della sua lontananza dal Sole impiega quasi 12 anni per completare un'orbita, Wasp-62b completa una rotazione attorno alla sua stella in soli quattro giorni e mezzo. Il pianeta è stato identificato nel 2012 attraverso l'indagine Wide Angle Search for Planets (Wasp) South.

La sua atmosfera, tuttavia, non era mai stata studiata fino ad ora. I ricercatori l'hanno studiata grazie ai dati del telescopio spaziale Hubble, gestito da Nasa e Agenzia Spaziale Europea (Esa). Inizialmente questo pianeta non aveva molto entusiasmato Alam, ma poi il ricercatore ha cambiato idea. "Una volta che ho iniziato a dare un'occhiata ai dati - ha rilevato - mi sono emozionato". Il gruppo ha identificato l'impronta digitale completa del sodio. Se ci fossero state nuvole o foschia queste avrebbero oscurato la firma completa del sodio, spiega Alam: "questa - osserva - è la prova che stiamo vedendo un'atmosfera chiara".

I pianeti senza nubi sono estremamente rari e gli astronomi ritengono che il loro studio potrebbe portare a una migliore comprensione di come si sono formati. La loro rarità, secondo Alam, "suggerisce che potrebbero essersi formati in modo diverso rispetto alla maggior parte dei pianeti".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA