Accordo Esa-Airbus per le missioni verso la Luna

Costruzione di tre moduli per le missioni Artemis

Redazione ANSA

L'Agenzia spaziale europea (Esa) ha firmato un nuovo contratto con Airbus per la realizzazione di altri tre moduli di servizio europeo (in aggiunta ai tre già in produzione) che forniranno propulsione, elettricità, acqua e aria alle navette Orion della Nasa, per portare gli astronauti verso la Luna e il Gateway lunare nell'ambito del programma Artemis. I tre nuovi moduli saranno integrati in Germania con componenti e hardware costruiti e forniti da società di dieci Paesi europei, tra cui l'Italia. Lo rende noto l'Esa.

“Questo contratto raddoppia l’impegno dell’Europa nella fornitura dell’hardware vitale per mandare il genere umano verso la Luna con Orion”, commenta David Parker, direttore dell'esplorazione umana e robotica dell’Esa. “Insieme agli elementi che stiamo costruendo per il Gateway lunare, stiamo assicurando i posti per gli astronauti dell’Esa che esploreranno il Sistema solare, oltre a garantire l’occupazione e il know-how tecnologico per l’Europa”.

I moduli di servizio europei sono cilindri di quattro metri di diametro per quattro metri di altezza. Hanno quattro pannelli solari che una volta dispiegati raggiungono i 19 metri di larghezza, quanto basta per generare energia sufficiente ad alimentare due abitazioni. Le 8,6 tonnellate di carburante del modulo di servizio possono alimentare un motore principale e 32 propulsori più piccoli. Il modulo fornisce inoltre acqua e ossigeno per il supporto vitale degli astronauti e regola il controllo termico della capsula destinata all'equipaggio.

Artemis I, il primo volo di prova di Orion senza equipaggio con un modulo di servizio europeo, è attualmente in fase di alimentazione presso il Centro Spaziale Kennedy della Nasa in Florida, in preparazione del suo primo volo previsto per quest’anno. La missione successiva, Artemis II, vedrà i primi astronauti volare intorno alla Luna e tornare sulla Terra: l’integrazione del modulo di servizio europeo si sta finalizzando a Brema, in Germania. Con Artemis III, la Nasa porterà la prima donna e il prossimo uomo sulla Luna. I moduli presentati oggi saranno utilizzati per le missioni Artemis IV, V e VI: i primi due dei moduli nel contratto sono il contributo europeo al Gateway lunare internazionale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA