Nel 2020 scoperti circa 3.000 asteroidi, è record

Malgrado la pandemia. C'è anche una mini-Luna

Redazione ANSA

Il 2020 è stato un anno record per la scoperta di asteroidi, con quasi 3.000 nuove segnalazioni. Ne dà notizia la rivista Nature sul suo sito, che sottolinea come, “malgrado le interruzioni delle osservazioni legate alla pandemia, gli astronomi lo scorso anno siano riusciti ad avvistare migliaia di asteroidi vicini alla Terra finora sconosciuti”.

Circa la metà degli asteroidi identificati, 1.548, sono stati osservati dagli astronomi del Catalina Sky Survey, il progetto condotto dall’Università dell’Arizona e dedicato alla ricerca di comete e asteroidi vicini alla Terra. Tra gli oggetti individuati, anche la cosiddetta mini-Luna 2020 CD3, un asteroide di circa 3 metri di diametro che è stato temporaneamente catturato dall’attrazione gravitazionale terrestre, per poi liberarsi lo scorso aprile. Altri 1.152 sono stati osservati dalla rete di telescopi Pan-STARRS, delle Hawaii. Tra gli oggetti celesti individuati da questa rete anche un corpo che, in realtà, non era un asteroide, ma un detrito spaziale: quanto rimane di uno dei razzi delle missioni lunari degli Anni ’60.

Queste osservazioni, spiegano gli esperti, permettono di mettere alla prova il sistema di avvistamento e sorveglianza di asteroidi potenzialmente pericolosi, la cui orbita potrebbe cioè intercettare quella della Terra, i cosiddetti Near Earth Object (Neo). “È come una sorta di esercitazione antincendio”, conclude Vishnu Reddy, dell’Università dell’Arizona a Tucson, tra gli studiosi parte del Catalina Sky Survey.

Proprio in questo mese di marzo la Terra è avvicinata, a distanza di sicurezza, da due asteroidi. Il primo è stato Apophis che, in attesa del suo passaggio ravvicinato del 2029 a meno di 40.000 chilometri, il 6 marzo ha salutato la Terra dalla distanza di circa 16 milioni di chilometri. Nei primi giorni di primavera, invece, è atteso il passaggio del più grande asteroide del 2021, 2001 FO32, che sfreccerà a circa 2 milioni di chilometri dal nostro pianeta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA