Alimentare: distribuzione bevande, stimato +16,7% nel 2021

Dati presentati alla 10/a edizione International Horeca Meeting

Redazione ANSA BOLOGNA
(ANSA) - BOLOGNA, 12 APR - Il settore della distribuzione delle bevande, dovrebbe far segnare, nel 2021, un incremento del 16,7% sul 2020, "che permetterà di recuperare volumi, pur rimanendo al di sotto di oltre il 23% rispetto al 2019". E' quanto emerso dalle stime presentate dall'istituto di ricerca Iri, nel corso della 10/a edizione dell'International Horeca Meeting, evento dedicato alla ristorazione fuori casa curato da Italgrob, la Federazione Italiana Distributori Horeca al via oggi a Rimini - in via digitale - nell'ambito di 'Food&Beer Attraction' Nel corso del 2020, è stato evidenziato "sono crollati del 34% i fatturati dei distributori, per effetto non solo della contrazione dei volumi, ma anche di una riduzione del prezzo di oltre 2 punti. Il settore vale oggi 2,341 milioni , contro i 3,539 del 2019: la pandemia" e l'emergenza legata al Coronavirus ha interrotto "un trend di crescita stabile dal 2016" Nel dettaglio, due sono stati i momenti di maggiore crisi, "in primavera e in autunno, su cui hanno inciso inevitabilmente provvedimenti quali i lockdown e le limitazioni alle attività degli esercizi commerciali, i diversi stili di vita, la riduzione del reddito disponibile, che pesano anche sui primi mesi del 2021". In particolare, il consumo a casa ha avvantaggiato il canale della grande distribuzione organizzata.

"Ad essere maggiormente penalizzate nel portafoglio di offerta dei distributori di bevande - viene sottolineato - sono state le categorie della birra (-35,8% in volume), delle bevande gassate (-35,3%) e dell'acqua minerale (-29,4%), mentre vino e 'bollicine', pur registrando performance negative (-29,7%), hanno acquisito maggiore valore". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie