Torino: rose e scrittrici per il Mausoleo della Bela Rosin

Ripristinati roseti storico edificio di Torino

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 05 FEB - A Torino per San Valentino non rifiorisce solo la mimosa, ma anche il Mausoleo della Bela Rosin. Da lunedì 8 febbraio, nell'ambito di Terra Madre Salone del Gusto, saranno ripristinati i roseti dello storico edificio nel quartiere Mirafiori, giardino di lettura delle Biblioteche Civiche, con 15 nuove piante selezionate dalla vivaista e autrice de 'Il romanzo della rosa', Anna Peyron, e abbinate ad altrettante scrittrici scelte dalla community social e dei gruppi di lettura delle biblioteche cittadine.

Ogni rosa sarà accompagnata da un pensiero che ne associa le caratteristiche allo spirito delle scrittrici. La più votata, Alda Merini, è stata abbinata alla Scarlet Fire, "una rosa rosso fuoco per rappresentare la passione, l'amore, la sofferenza, il riscatto della donna e della poetessa". Le parole delle scrittrici si potranno anche 'assaporare' grazie a un cioccolatino all'essenza di rosa creato per l'occasione da Giuseppe D'Arrigo dell'omonima pasticceria che produce anche il Dolce di Mirafiori all'interno delle attività di rilancio del quartiere della prima Comunità urbana di Slow Food, Mirafood.

Cioccolatino che si potrà acquistare nella pasticceria e che sarà regalato con i libri presi in prestito dall'8 al 13 febbraio alla biblioteca Pavese, al Mausoleo e al BiblioBus.

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie