Triora diventa Villaggio degli Alpinisti

Borgo noto per persecuzione 'streghe' entra nel circuito europeo

Redazione ANSA TRIORA

TRIORA - L'antico borgo di Triora, noto come il paese delle streghe per via dei processi dell'inquisizione risalenti al periodo medievale, è il primo Comune ligure a entrare nel circuito dei Villaggi degli Alpinisti. Con una peculiarità: è l'unico borgo alpino da cui si può vedere bene anche il mare. Con Triora, la rete dei Villaggi degli Alpinisti si estende ora anche alle Alpi Occidentali e fino al Mediterraneo.

Sono sei, in totale, le new entry per il 2021. L'Österreichischer Alpenverein (associazione alpinistica austriaca) ha nominato Göriach in Lungau (nel Salisburghese) e Steinberg am Rofan (nel Tirolo); il Club Alpino Italiano ha nominato Balme (Torino) e Triora (Imperia). In ultimo, il Club Alpino Svizzero ha nominato Sankt Antönien e le frazioni di Lavin, Guarda e Ardez (nel Cantone dei Grigioni). Nel corso dell'anno ciascun candidato verrà ufficialmente inserito nella rete. "Possiamo dire che Triora è stata ufficialmente ammessa a questo importante circuito - afferma il sindaco Massimo Di Fazio -. E' un onore e un impegno che assumiamo con responsabilità. Siamo l'unico comune ligure e uno dei pochi fuori dall'Area Alpina tradizionale". Triora è un Comune di circa 200 abitanti, arroccato a 800 metri di altezza, da cui si vede il Mar Ligure. "Ricordiamo che Triora fa parte del Parco Naturale delle Alpi Liguri - aggiunge il vicesindaco Giovanni Nicosia -. Alle pendici del Monte Saccarello che con i suoi 2.201 metri è la vetta più alta della Liguria. L'entrata in un circuito come i Villaggi degli Alpinisti, avrà sicuramente una ricaduta positiva sul turismo".
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie