Percorso:ANSA > Nuova Europa > Austria > Proposta Ue modificata per dividere i 10mln dosi discordia

Proposta Ue modificata per dividere i 10mln dosi discordia

Riunione ambasciatori aggiornata al pomeriggio

01 aprile, 13:40
(ANSA) - BRUXELLES, 01 APR - I negoziati degli ambasciatori Ue di stamani hanno portato a modifiche della proposta di mediazione della presidenza portoghese del Consiglio, ma il nodo sulla divisione dei 10 milioni di dosi di BionTech-Pfizer, anticipati al secondo trimestre, non è stato ancora risolto. I diplomatici si sono dati appuntamento di nuovo nel pomeriggio.

Secondo quanto si apprende, 2,86 milioni dello schema di solidarietà sarebbero ora suddivisi tra cinque Paesi (invece dei sei della proposta precedente in cui figurava anche la Repubblica Ceca) ovvero, Bulgaria, Croazia, Slovacchia, Estonia e Lettonia. I restanti 7,14 milioni verrebbero divisi pro-rata, in base al criterio degli abitanti. Ma nel caso di Austria, Slovenia , e Repubblica Ceca il calcolo pro-rata verrebbe fatto su 10 milioni di dosi. In questo modo Austria e Slovenia avrebbero in totale 70mila dosi in più, ma la Repubblica Ceca si troverebbe con 70mila sieri in meno rispetto alla proposta presentata ieri. La decisione sulla distribuzione deve essere raggiunta all'unanimità. Stamani Austria, Slovenia e Repubblica Ceca avevano ribadito di non essere d'accordo con la proposta messa sul tavolo ieri. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati