Percorso:ANSA > Nuova Europa > Politica > Covid: migliora ancora quadro epidemiologico in Europa Est

Covid: migliora ancora quadro epidemiologico in Europa Est

Ma Polonia ancora in testa per decessi ultima settimana

05 maggio, 11:00
(di Stefano Giantin) (ANSA) - BELGRADO, 05 MAG - La situazione epidemiologica nei Paesi dell'Europa centro-orientale continua a migliorare significativamente nella settimana fino al 2 maggio, anche se la Polonia rimane la nazione con il più alto numero di decessi negli ultimi sette giorni. E' quanto emerge dai dati dell'ultimo bollettino epidemiologico dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Secondo il bollettino, altri 376.555 nuovi casi di coronavirus (-20,7% rispetto alla scorsa settimana) e 12.173 nuovi decessi (-15,1%) sono stati comunicati dai Paesi balcanici e dell'Europa centro-orientale all'Oms nella settimana fino al 2 maggio, portando il totale dei decessi dall'inizio dell'epidemia nella regione a 383.143.

Secondo i dati Oms, i Paesi dell'Europa centro-orientale che hanno registrato più nuovi casi di contagio negli ultimi sette giorni sono stati Germania (129.404), Ucraina (57.909) e Polonia (44.377).

I Paesi della regione che hanno registrato un maggior numero di decessi nell'ultima settimana sono stati Polonia (3.383), Ucraina (2.273), Germania (1.628), Ungheria (1.177) e Romania (927).

Nell'Europa centro-orientale nel suo complesso le nazioni con un più decessi totali da inizio epidemia sono Germania (83.192), Polonia (68.068), Ucraina (44.596), Cechia (29.343), Romania (28.194) e Ungheria (27.802).

L'Ungheria è il Paese con il più alto rapporto tra decessi complessivi rispetto alla popolazione, 285 morti per centomila abitanti, contro i 203 dell'Italia. Nell'Europa centro-orientale un elevato numero di decessi complessivi in rapporto alla popolazione è stato registrato anche in Cechia (274), Bosnia (262), Montenegro (239), Bulgaria (237), Macedonia del Nord (235), Slovenia (218) e Slovacchia (216).

Altri 58.641 nuovi casi di infezione nell'ultima settimana e 82.310 decessi cumulativi (+2763 in sette giorni) da inizio epidemia sono stati confermati fino al 2 maggio in Slovenia, Croazia, Bulgaria, Romania e nei Balcani occidentali (Serbia, Bosnia-Erzegovina, Montenegro, Kosovo, Macedonia del Nord, Albania).

Secondo dati ufficiali raccolti dal portale Our World in Data, aggiornati al 3 maggio, Ungheria (63,7% della popolazione che ha ricevuto almeno una dose) e Serbia (51,8) sono rispettivamente quarta e sesta in Europa per dosi di vaccino contro il Covid somministrate in rapporto alla popolazione. (ANSA).

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati