Maltempo: Camera Commercio Cuneo, stato calamità dopo gelate

Giunta alla Regione Piemonte, danni a intera filiera frutticola

(ANSA) - CUNEO, 16 APR - La Giunta della Camera di Commercio di Cuneo chiede alla Regione Piemonte un intervento a sostegno della filiera del comparto frutticolo, duramente colpito dall'ondata di gelo che si è abbattuta sul Cuneese la scorsa settimana. La situazione potrà essere definita meglio nei prossimi giorni ma sin d'ora si prevedono perdite fino al 100% per kiwi ed albicocche, un danno produttivo del 90% per pesche e ciliegie, una sensibile riduzione del raccolto per susine, mele, piccoli frutti, noci e nocciole.
    "Chiediamo alla Regione Piemonte l'attivazione dello stato di calamità naturale - afferma la giunta camerale - poiché le gelate hanno provocato danni non soltanto ai frutticoltori ma all'intera filiera, con una pesante ricaduta sulle strutture di confezionamento che avranno difficoltà nel far fronte ai costi fissi, agli ammortamenti, agli investimenti, ai mutui, con pesanti ricadute occupazionali in un momento già estremamente difficile a causa dell'emergenza sanitaria". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai al sito: ANSA Professioni

Modifica consenso Cookie